estratti da una conversazione fra una psicologa e una psichiatra sul film: JOKER, di Todd Phillips, con Joaquin Phoenix, 2019

https://youtu.be/o7nkJDjuSp4 1 ....   Un film difficile, ma che comunque ci è piaciuto.  Sicuramente,come hai già fatto, andrebbe visto un'ulteriore volta per ricucire alcuni passaggi. Quello che mi ha lasciato un po' confusa è la possibile lettura della violenza come mezzo per liberarsi dai soprusi , tradimenti, ingiustizie, ma poi riflettendoci non è così che sono propriamente … Leggi tutto estratti da una conversazione fra una psicologa e una psichiatra sul film: JOKER, di Todd Phillips, con Joaquin Phoenix, 2019

TartaRugosa ha visto e scritto di: Still life (2013) regia di Uberto Paolini e Il mio ricordo degli eterni. Autobiografia, (2011) Emanuele Severino, Rizzoli

TartaRugosa

Il regista Uberto Paolini non ha una diretta discendenza dal più noto Pier Paolo, ma vanta comunque un’altrettanto nobile parentela, in quanto nipote di Luchino Visconti.

Il filmStill lifeè la sua seconda prova di regista.

Martedì 21 gennaio 2020, Rai5 ha messo in onda questo film, nello stesso giorno in cui veniva data notizia della morte del filosofo Emanuele Severino (a distanza di quattro giorni dall’effettivo decesso, ma resa pubblica a funerali avvenuti secondo la volontà dello stesso Maestro).

Evento del tutto casuale ma, se considerato nell’ottica della sincronicità junghiana e del pensiero severiniano, assolutamente celebrativo della supremazia dell’Eterno.

John May è un impiegato comunale che si occupa della ricerca dei familiari di coloro che trapassano in condizioni di solitudine.

John May è una persona timida, sensibile, scrupolosa che indugia attentamente sui piccoli indizi trovati ogni volta che varca la soglia dell’abitazione di chi non c’è più.

Le…

View original post 823 altre parole

LEDHAInforma: “Nebbia in agosto”, un film per non dimenticare lo sterminio delle persone con disabilità

LEMONY SNICKET, UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI, di Bradley Silberling, con Jim Carey, Emily Browning, 2004

Dopo la morte dei genitori nell'incendio doloso della loro villa, i fratelli Violet, Klaus e Sunny Baudelaire sono affidati a un lontano partente, il conte Olaf, in realtà interessato ad accaparrarsi la loro eredità https://youtu.be/4ErlhM1NaZA

Hammamet, di Gianni Amelio, con Pierfrancesco Favino, 2020

Stanze di Cinema

Hammamet **1/2

Raccontare Bettino Craxi a vent’anni dalla morte solitaria avvenuta Tunisia, vuol dire cominciare a fare i conti con la nostra storia più recente, vuol dire cercare di affrontare la rimozione collettiva, che ha colpito l’uomo politico più potente e decisivo nel lungo declino della Prima Repubblica, seguito all’uccisione di Aldo Moro: primo Presidente del Consiglio socialista, poi premier per tre anni, in quello che allora era stato il governo più longevo della storia repubblicana, leader di un partito che aveva preso nel suo momento più difficile dopo il 9% delle elezioni del 1976 e l’aveva portato ad essere pietra angolare nel sistema politico italiano.

L’indagine del Pool di Mani Pulite della Procura di Milano, con il processo del 1993 al socialista Sergio Cusani, per la cosiddetta maxi-tangente Enimont, avrebbe travolto l’intero sistema, lasciando il partito di Filippo Turati di fronte al suo completo disfacimento, mentre Craxi sceglieva la…

View original post 1.066 altre parole