Social

OTTAVIA PICCOLO, Il cinema richiede una “sospensione di credibilità” da parte dello spettatore, per lasciar posto allo svilupparsi della storia raccontata. Annotazione al Festival del cinema italiano, Como 29 gennaio 2017

Il cinema richiede una “sospensione di credibilità” da parte dello spettatore, per lasciar posto allo svilupparsi della storia raccontata.

Anche quando il racconto vuole essere una rappresentazione del “vero”.

Argomento ascoltato dalla attrice Ottavia Piccolo, nella conversazione con Paolo Lipari, dopo la visione del film:

7 MINUTI (Italia / Francia / Svizzera, 2016, 92 minuti)

di Michele Placido,

con Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido e Ottavia Piccolo.

Al Festival del cinema italiano, Como 29 gennaio 2017

 



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...