Recensione e Trailer: HAMMAMET, un film di Gianni Amelio. Viali del tramonto | in Nuovo Cinema Locatelli, gennaio 2020

vai a Recensione: HAMMAMET, un film di Gianni Amelio. Viali del tramonto | Nuovo Cinema Locatelli   GUARDA PIÙ TARDI AGGIUNGI ALLA CODA HAMMAMET di Gianni Amelio (2020) - Trailer Ufficiale HD 01Distribution • 395.614 visualizzazioni4 settimane fa Hammamet, un film di Gianni Amelio con Piefrancesco Favino, Livia Rossi, Luca Filippi, Silvia Cohen, Alberto Paradossi, … Leggi tutto Recensione e Trailer: HAMMAMET, un film di Gianni Amelio. Viali del tramonto | in Nuovo Cinema Locatelli, gennaio 2020

LA GUERRA E’ FINITA, regia di Michele Soave. Serie televisiva Rai 1, dal 13 gennaio 2020. Intervista a Michele Riondino, in Tele Sette n. 2, 2020

vai a https://www.raiplay.it/programmi/laguerraefinita   vai a: https://www.sorrisi.com/tv/fiction/la-guerra-e-finita-trama-cast-e-personaggi/ Su Rai Uno al via La guerra è finita di Michele Soavi (ore 21.25). Emilia Costantini sul Corriere della Sera: «Aprile 1945: è l’alba di una nuova èra, di una nuova vita per tutti. Siamo all’indomani della Liberazione e, dai lager nazisti, iniziano a tornare i sopravvissuti. Non solo gli … Leggi tutto LA GUERRA E’ FINITA, regia di Michele Soave. Serie televisiva Rai 1, dal 13 gennaio 2020. Intervista a Michele Riondino, in Tele Sette n. 2, 2020

Hammamet arriva in sala il 9 gennaio, il 19 saranno vent’anni dalla morte di Bettino Craxi. Gianni Amelio parla del suo film, personale e malinconico, su una delle figure politiche più controverse del Dopoguerra. Racconta il tratto finale di un uomo , incarnato alla perfezione da Pierfrancesco Favino

Il Venerdì Bettino Craxi, negli anni Ottanta padrone dell’Italia, in Hammamet è un uomo anziano, malato di rabbia e solitudine, ossessionato da un sentimento di rivalsa che sfoga aprendo in continuazione il frigorifero. «Mio nonno disse agli americani: no!» dice a un visitatore, in una scena del film, il nipote di Bettino mentre gioca sulla spiaggia con … Leggi tutto Hammamet arriva in sala il 9 gennaio, il 19 saranno vent’anni dalla morte di Bettino Craxi. Gianni Amelio parla del suo film, personale e malinconico, su una delle figure politiche più controverse del Dopoguerra. Racconta il tratto finale di un uomo , incarnato alla perfezione da Pierfrancesco Favino

Hammamet, di Gianni Amelio, con Pierfrancesco Favino, 2020

Stanze di Cinema

Hammamet **1/2

Raccontare Bettino Craxi a vent’anni dalla morte solitaria avvenuta Tunisia, vuol dire cominciare a fare i conti con la nostra storia più recente, vuol dire cercare di affrontare la rimozione collettiva, che ha colpito l’uomo politico più potente e decisivo nel lungo declino della Prima Repubblica, seguito all’uccisione di Aldo Moro: primo Presidente del Consiglio socialista, poi premier per tre anni, in quello che allora era stato il governo più longevo della storia repubblicana, leader di un partito che aveva preso nel suo momento più difficile dopo il 9% delle elezioni del 1976 e l’aveva portato ad essere pietra angolare nel sistema politico italiano.

L’indagine del Pool di Mani Pulite della Procura di Milano, con il processo del 1993 al socialista Sergio Cusani, per la cosiddetta maxi-tangente Enimont, avrebbe travolto l’intero sistema, lasciando il partito di Filippo Turati di fronte al suo completo disfacimento, mentre Craxi sceglieva la…

View original post 1.066 altre parole